Opzionale

Australopithecus


Australopithecus - antenato dell'uomo?

il australopitechi sono un genere estinto di ominidi. Il nome deriva dalla posizione (Sud Africa) del primo fossile di questo genere (latino australis per "sud" e greco pithekos = "scimmia"). Il fossile, noto come Taung Kid, fu scoperto nel 1924 in una cava vicino alla città sudafricana di Taung. Nel frattempo, più di una dozzina di reperti sono stati fatti in Africa, di cui la maggioranza in Africa orientale.

L'Australopithecus visse nel Pliocene da 4 a 2 milioni di anni fa. Con una dimensione di circa 1,2 me un peso di 35 kg, apparteneva al genere più piccolo di ominidi. È probabile che il genoma Homo sia emerso dalle Australopitecine, presumibilmente per anagenesi. Con un volume del cervello di 450 - 550 cm³, il cervello corrispondeva a circa un terzo delle dimensioni del cervello dell'odierno Homo sapiens.
L'anatomia di Australopithecus suggerisce almeno una locomozione temporanea su due gambe. A causa dell'habitat primario nella foresta e sugli alberi, tuttavia, la camminata eretta non può essere stata un'alternativa stabile nel tempo. Dai reperti fossili si sa che l'Australopithicinen viveva prevalentemente nelle foreste e nei pressi dei fiumi. Pertanto, la locomozione a quattro zampe alle Australopitecine potrebbe essere stata la preferita.
Inoltre, l'usura della dentizione è a favore di una dieta prevalentemente a base vegetale di foglie, radici, frutta e noci. Un possibile uso di strumenti non potrebbe essere definitivamente dimostrato sulla base dei fossili trovati.
Tuttavia, è estremamente difficile ricostruire l'esatto stile di vita di Australopithecus, poiché i reperti fossili sono estremamente rari da un lato e praticamente nessuno scheletro completo è stato trovato dall'altro. Le conclusioni sullo stile di vita si riferiscono ad alcuni frammenti ossei o ossei. Inoltre, il 1974 scoprì lo scheletro parziale di un Australopithecus afarensis chiamato 'Lucy', costituito da meno del 40% dello scheletro originale. Tuttavia, questa è stata una delle scoperte più efficaci per i media di sempre, proprio per il suo stato relativamente buono di conservazione e la quantità di ossa.

I diversi tipi di Australopitecine

A. anamensis: 4,2 - 3,9 milioni di anni, Africa orientale, almeno 40 reperti
A. afarensis: 3,8 - 2,9 milioni di anni, Africa orientale, almeno sette reperti
A. africanus: 3,0 - 2,1 milioni di anni, Sudafrica, almeno quattro reperti
A. bahrelghazali: 3,5 - 3,0 milioni di anni, Africa centrale, almeno una scoperta
A. garhi: 2,5 - 2,2 milioni di anni, Africa orientale, almeno una scoperta
A. sediba: 2,0 - 1,8 milioni di anni, Sudafrica, almeno due reperti

Caratteristiche: Australopithecus

genere:Australopithecus
nome:lat. "australis" = sud; 'Pithekos' greco = scimmia
primo disco:1924 a Taung (Sudafrica)
periodo:4 - 2 milioni di anni (Pliocene)
altezza:circa 1,1 m - 1,4 m
peso:circa 30 - 40 kg
tipi:A. anamensis, A. afarensis, A. africanus, A. bahrelghazali, A. garhi, A. sediba
area di circolazione:Africa orientale in Sudafrica
il volume del cervello:450 - 550 cm³
cibo:cibo prevalentemente vegetale
uso di utensili:non ancora provato
Equipaggiamento verticale:Sì, ma solo temporaneamente

Video: 2. Banding Together to Survive - OUT OF THE CRADLE 人類誕生CG NHK Documentary (Giugno 2020).