Altro

Cellula batterica


Struttura e funzione degli organelli cellulari nelle cellule batteriche

La cellula batterica appartiene agli archei ai procarioti.

Struttura di una cellula batterica

Bakterienchromosom: Il cromosoma batterico è una molecola di DNA autonoma e lunga fino a 1,5 mm. Poiché i batteri non hanno un nucleo, il loro DNA fluttua liberamente nel citoplasma della cellula batterica. Simile al nucleo degli eucarioti, il luogo in cui il cromosoma batterico nuota nel citoplasma è anche chiamato equivalente core.
citoplasmaIl citoplasma include da un lato il citosol, cioè i fluidi all'interno della cellula, e dall'altro tutti gli organelli cellulari residenti lì (cromosoma batterico, plasmidi, ribosomi, ecc.). Per inciso, il citoplasma è spesso equiparato al citosol. L'acqua è il principale costituente del citosol con circa il 70-80%, seguito da proteine ​​con circa il 20%.
flagello: filamenti proteici flagellici filiformi e tortuosi per muovere la cellula batterica. Sotto il consumo di ATP, i flagelli funzionano come un'elica rotante. Il numero di flagelli varia a seconda delle specie batteriche, varia tra 1 e 12+. Negli eucarioti, analoghi organi di locomozione non sono flagello ma flagelli.
glicocalice: Film avvolgente di polisaccaridi (noto anche come membrana mucosa) che protegge la cellula batterica dalla disidratazione e dai batteri ostili.
mesosoma: Invaginazioni sulla membrana cellulare. Lo spazio risultante può essere utilizzato dalla cellula batterica per processi metabolici speciali. Tuttavia, oggi i mesosomi non sono più considerati organelli cellulari. Alcuni scienziati mettono persino in dubbio la loro esistenza.
Pili: processi cellulari con funzione di adesione originata dalla parete cellulare (adhaerere latino = aderenza). Con il pili (singolare = pilus) le cellule batteriche possono attaccarsi ad altre cellule o cibo.
membrana plasmatica: La membrana plasmatica o la membrana cellulare, limita la cellula all'esterno. A causa della loro semipermeabilità (permeabile, ma solo per determinate molecole), può ancora verificarsi un trasferimento di massa tra l'esterno e l'interno della cellula batterica.
plasmide: piccole molecole di DNA circolari autoreplicanti con ulteriori informazioni genetiche. Rispetto al cromosoma batterico, di solito non ci sono informazioni genetiche direttamente importanti sui plasmidi, ma piuttosto geni di resistenza, che diventano importanti solo per la cellula batterica in determinate circostanze. (ad esempio contro antibiotici o sostanze tossiche). I plasmidi possono essere scambiati e diffusi tra i batteri.
ribosomi: costituito da un complesso di RNA (acido ribonucleico) e proteine. Ai ribosomi, la traduzione è un passo importante nella biosintesi proteica in cui l'mRNA viene tradotto in catene di aminoacidi. I ribosomi batterici (70S) sono più piccoli dei ribosomi delle cellule eucariotiche (80S) e si verificano anche 10 volte meno frequentemente (circa 10.000 ribosomi in una cellula protozitica).
parete cellulare: Protezione avvolgente dai peptidoglicani (Murein). La parete cellulare svolge sostanzialmente due importanti funzioni: da un lato mantiene la forma della cellula e dall'altro protegge la cellula da influenze esterne (ad esempio batteriofagi o condizioni ambientali sfavorevoli).

Video: La cellula procariotica (Giugno 2020).