Nel dettaglio

Anfibi (anfibi)


definizione:

anfibi (antico anfibio greco = a doppia foglia), anche come anfibi sono noti per essere animali a sangue freddo e sono considerati i più vecchi taxon dei vertebrati terrestri. Circa 400 milioni di anni fa i primi anfibi apparvero nell'era geologica del Devon. Quasi tutti gli anfibi subiscono una cosiddetta metamorfosi durante la loro vita, il che significa che la loro forma cambia. Un semplice esempio è la rana. A partire dallo spawn fertile si sviluppano prima i girini. In questo contesto si parla anche della forma della larva. Con le settimane, il girino cresce e si trasforma in una rana in diversi passaggi. Con il completamento della metamorfosi, la prima forma di larva è diventata un animale adulto. Da questo punto in poi l'anfibio si trova nella fase adulta (adulto).
La maggior parte degli anfibi cambia anche habitat con la metamorfosi completata. I girini sono abitanti di acqua pura che respirano branchie. Le rane respirano sui loro polmoni, che si sviluppano durante la metamorfosi. Per questo motivo, gli anfibi sono il collegamento, per così dire, tra le specie acquatiche e terrestri. Il congedo a terra dei vertebrati avveniva presumibilmente da una preforma di anfibi oggi conosciuti da pesci ossei.
Gli anfibi che vivono oggi sono divisi in tre ordini:
Anura: u.a. Rane, rospi
salamandre: u.a. Newts, Grottenolm, Axolotl, Salamander
Ceciliano: u.a. Siphonops annulatus

Caratteristiche degli anfibi:

Gli anfibi (Lurche) hanno alcune caratteristiche assolutamente tipiche di questa classe di vertebrati. In particolare, ciò include la capacità di metamorfosi, la presenza di una cloaca o la Poikilothermie. In singoli casi, non tutte le caratteristiche elencate qui possono applicarsi a una specie anfibia. Ad esempio, non tutti gli anfibi hanno necessariamente ghiandole velenose o un senso visivo particolarmente pronunciato.
respirazioneCome una larva, la respirazione avviene attraverso le branchie, successivamente nella fase adulta attraverso i polmoni.
estremità: Gli anfibi hanno un totale di quattro estremità (due zampe anteriori, due zampe posteriori). In alcune specie, le estremità appaiono in forma stentata.
procreazione: La fecondazione delle uova avviene all'esterno nell'acqua. Ciò significa che non c'è copulazione, come i mammiferi.
veleno: Molte specie di anfibi sono dotate di ghiandole velenose sulla pelle.
traspirazione: Una piccola percentuale dell'ossigeno necessario può essere assorbita attraverso la pelle degli anfibi.
pozzo nero: Gli anfibi hanno un solo sbocco per l'uretra e l'ano, la cosiddetta cloaca.
uova: Le larve degli anfibi si schiudono dallo spawn.
habitat: Gli anfibi possono vivere sia in acqua che a terra. Dipende essenzialmente dallo stadio di sviluppo dell'anfibio.
metamorfosi: Gli anfibi subiscono uno sviluppo (metamorfosi) dalla larva all'animale adulto. La maggior parte delle specie di anfibi si trasforma da animali acquatici a animali endemici.
Poikilothermie: Tutti gli anfibi sono più caldi. La temperatura corporea dipende dalla temperatura ambiente.
ghiandole mucose: La pelle degli anfibi è permanentemente inumidita da speciali ghiandole mucose.
sensiQuasi tutti gli anfibi hanno un buon senso della vista. Reagiscono in modo particolarmente forte agli stimoli del movimento.
vertebrati: Come vertebrato, gli anfibi in fase adulta hanno una colonna vertebrale.

Elenco degli anfibi:

Rospo Agama, Axolotl, Salamandra pezzata, Rana, Geco, Grottenolm, Raganella, Tritone, Rana di dardo velenoso, Tritone comune, Unke, Lucertola di sabbia

Video: Come abbinare le Dr Martens e gli anfibi? Ecco 10 idee outfit Anche con platform! (Giugno 2020).