Generale

Fattori di selezione abiotici


fattori di selezione

I fattori di selezione sono quelle condizioni / fattori ambientali che influenzano le persone e quindi la loro forma fisica. Viene fatta una distinzione tra fattori di selezione abiotici (inanimati) e biotici (viventi).
I fattori di selezione sono cruciali per la direzione dell'evoluzione.
Fattori ambientali abiotici: tutti i fattori di selezione che provengono dall'ambiente inanimato. Questi possono essere:
temperatura (Esempio 1: gli individui di una specie sono generalmente più piccoli nelle aree più calde rispetto ai loro parenti alle latitudini più basse -> Il pinguino delle Galapagos abita le Isole Galapagos ed è alto circa 50 cm, mentre il pinguino imperatore antartico arriva a circa 110 cm : Regola di Bergmann)
(Esempio 2: la lunghezza o la dimensione relativa delle estremità è maggiore negli animali nelle aree calde rispetto agli animali correlati nei climi freddi -> Confronto delle dimensioni dell'orecchio di volpe selvatica (fennek) e volpe artica Vedi anche: Regola di Allensche

umidità (Esempio: condizioni ambientali eccezionali, come l'enorme e prolungata aridità nelle aree desertiche, portano a piante con un consumo d'acqua molto basso, fino alla formazione di piante grasse che possono immagazzinare acqua)
vento (Esempio: le ali del Kerguelenfliege (che abitano i gruppi di isole Kerguelen nell'Oceano Indiano) sono diventate testarde nel corso dell'evoluzione. Le mosche con coppia di ali addestrate sono state spesso spazzate via dalle tempeste in mare aperto, quindi sulle isole ventose può essere un vantaggio evolutivo avere ali degenerate.
NĐ´hrstoffe (Esempio: le piante carnivore sono in grado di stabilirsi su terreni a basso contenuto di azoto in quanto possono bilanciare i minerali mancanti sui loro animali da preda)
veleni (Esempio: pressione selettiva quando vengono somministrati antibiotici per aumentare i ceppi batterici resistenti.)

Video: GENBACCA (Giugno 2020).