Generale

Il bradipo - profilo


ritratto

nome: Bradipo
Nome latino: Folivora
classe: Mammiferi
dimensione: 50 - 70 cm
peso: 3 - 10 kg
età: 30 - 40 anni
aspetto: cappotto grigio-marrone
Il dimorfismo sessuale
tipo di Nutrizione: prevalentemente erbivori (erbivoro)
cibo: Foglie, insetti
diffusione: America Centrale, Sud America
origine originale: Sud America
ritmo sonno-veglia: giorno e notte attivi
habitat: foresta pluviale tropicale
nemici naturali: Gatti grandi, rapaci, serpenti
la maturità sessualeall'età di quattro anni
stagione degli amori: ?
gestazione: 10-11 mesi
dimensione cucciolata: 1 cucciolo
comportamento sociale: Solitari
Dall'estinzione
Ulteriori profili di animali possono essere trovati nell'Enciclopedia.

Fatti interessanti sul bradipo

  • I bradipi sono annoverati tra i mammiferi del braccio dentale e sono collegati come animali laterali con l'armadillo e il formichiere. Tra i bradipi esistono specie con due e altri con tre dita. Tutte le specie sono originarie delle foreste pluviali tropicali dell'America meridionale e centrale.
  • I bradipi tridattili sono i più lenti della loro famiglia e avanzano alla velocità massima di soli quattro metri al minuto.
  • Il sistema digestivo bradipo è il più lento di tutti i mammiferi. Oltre allo stile di vita a basso esercizio fisico, ciò consente di risparmiare energia aggiuntiva e garantisce che possano sopravvivere facilmente nonostante la dieta ipocalorica.
  • Gli abitanti degli alberi trascorrono la maggior parte della loro vita a testa in giù nei rami nutrendosi di foglie e altre verdure che sono alla loro portata. Alcuni tipi di bradipi a due dita mangiano anche piccoli insetti e frutti. Anche l'accoppiamento e la nascita avvengono in questa posizione sospesa.
  • La loro colonna cervicale allungata consente loro di girare la testa di 270 gradi. Di conseguenza, ottengono più cibo e devono spostare meno il loro corpo.
  • I bradipi hanno bisogno di dormire tra le sedici e le venti ore al giorno. Con un'aspettativa di vita massima di quaranta anni, hanno dormito più di 30 anni.
  • I bradipi ottengono una presa sicura sui rami attraverso gli artigli lunghi quasi dieci centimetri, che sono piegati come ganci.
  • Mentre si muovono per terra, i bradipi strisciano in avanti sugli avambracci e sulla pianta delle zampe posteriori. Ma sono sorprendentemente bravi nuotatori che strisciano nell'acqua con gli avambracci. Questo è vitale, poiché si verifica che i bradipi cadano dai rami verso il basso nell'acqua.
  • Molti tipi di bradipi tridattili scendono dagli alberi solo circa ogni sette giorni per soddisfare le loro esigenze sul terreno. I bradipi a due dita, d'altra parte, rimangono nei rami e facilitano la posizione di sospensione, in quanto possono diventare facili prede per predatori come serpenti, grandi rapaci o giaguari a terra.
  • Gli scienziati hanno scoperto che i bradipi tridattili occasionalmente scendono, mentre entrano in una simbiosi animale unica con le falene che vivono nella loro pelliccia. Mentre svolgono il loro lavoro a terra, le falene depongono le uova nelle feci, che fungono da terreno fertile e fonte di cibo per le larve. I bradipi beneficiano di questa simbiosi, poiché le falene nella loro pelliccia producono sostanze chimiche come i composti azotati che promuovono la crescita delle alghe nell'indumento di pelliccia. Queste alghe servono i bradipi come cibo aggiuntivo prezioso. Più falene porta un bradipo nel mantello, più alghe ricche di nutrienti hanno.

Video: Postilla alla SCIENZA BRUTTA sul Bradipo. Con Barbascura X (Giugno 2020).